Ti Aspetto su YouTube

Mada Alfinito 19/03/2021 0

Hai già visitato il mio canale YouTube? Ecco il link: Comunicare le relazioni

Sul mio canale troverai tanti video interessanti su:

  • Comunicazione interpersonale;
  • Crescita personale;
  • Crescita professionale;
  • Risorse Umane;
  • Collaborazioni con professionisti.

Iscriviti al canale per restare sempre aggiornat* e metti un like ai video che ti piacciono. In questo modo darai anche tu il tuo contributo alla divulgazione scientifica, culturale e alla propagazione del benessere psicofisico.

Ti aspetto!

Mada ^_^ 

Potrebbero interessarti anche...

Mada Alfinito 20/03/2020

Vi Dedico un Pensiero in Questo Tempo di Quarantena

 

"Kelsey, in questo mondo terrificante, ci restano solo i legami che creiamo"

 

Ciao lettori,

il post che scrivo oggi è un off-topic.

Questa mattina ero sul balcone di casa (sì, avete capito: CASA. Stiamo a casa... TUTTI) per rubare qualche caldo raggio di sole ed ascoltavo musica per rigenerarmi un po'. Tra le varie canzoni, ho riascoltato la colonna sonora di una della mie serie TV preferite in assoluto: Bojack Horseman, prodotta da Netflix. Se ricordate, l'avevo citata anche nel mio articolo:

Da Aristotele ai Neuroni Specchio

Tra le canzoni che fanno da sfondo alla serie ce n'è una che si intitola A Horse With No Name (trad. Un Cavallo Senza Nome). è una canzone di una band di nome America formatasi negli anni 70, ma la versione usata per la serie TV è una cover dell'originale ed è cantata dalla cantante pop Michelle Branch. Vi do il link della canzone così potete ascoltarla su YouTube:

A Horse With No Name

Il testo mi ha fatto pensare ai giorni che stiamo vivendo e al senso di isolamento e alienazione che la maggior parte della gente sta provando. Ho sentito molte persone davvero provate dal fatto di dover stare chiuse in casa tanto tempo e la cosa mi è dispiaciuta.

Le parole della canzone che vi ho citato fanno riferimento proprio ad una situazione di vita in cui si entra necessariamente in uno stato di deserto, ovvero un momento in cui bisogna affrontare delle difficoltà che ci spingono maggiormente a stare soli con noi stessi e riflettere. Vi riporto la traduzione che ho fatto del testo:

Nella prima parte del viaggio
riguardavo tutta la mia vita:
c’erano piante ed uccelli
e rocce e cose.
C’era sabbia, colline e catene di montagne.
La prima cosa che incontrai
fu una mosca con il suo ronzio
ed il cielo senza nuvole.
Il clima era caldo e il terreno arido,
ma l’aria era piena di suoni.

Sono andato attraverso il deserto
su un cavallo senza nome,
si stava bene lontano dalla pioggia.
Nel deserto puoi ricordare il tuo nome
perché non c’è nessuno
che ti causi dolore.

Dopo due giorni sotto il sole del deserto
la mia pelle ha cominciato ad abbronzarsi.
Dopo tre giorni sotto la piacevolezza del deserto
guardavo il letto di un fiume
e la storia che raccontava
di un fiume che scorreva
mi ha intristito pensando che fosse morto.

Dopo nove giorni,
ho lasciato il cavallo correre libero
perché il deserto era diventato mare.
C’erano piante ed uccelli
e rocce e cose.
C’era sabbia, colline e catene di montagne.
L’oceano è un deserto
con la sua vita sommersa
e al di sopra un perfetto travestimento.
Sotto la città c’è un cuore fatto di terra
ma gli uomini non daranno amore.

Nel testo si nota il passaggio ad uno stato iniziale di entusiasmo per essersi distaccati dalle consuetudini del quotidiano e nel forzato silenzio si percepisce che ciò che si temeva tanto, in realtà, è qualcosa di bello, "pieno di suoni". Man mano che il testo va avanti, però, sembra che l'autore prenda consapevolezza che il deserto sia solo uno stato transitorio ma, pur sapendolo, inzia a percepirlo come un percorso troppo gravoso da affrontare, al punto che inizia a trovare dei difetti anche laddove pensava avesse scoperto qualcosa di nuovo e meraviglioso e persino un vecchio fiume che non scorre più gli fa pensare alla morte. Ma anche questo momento passa e al termine del periodo di deserto l'autore scopre che è successo qualcosa di straordinario: il deserto è diventato un oceano. Dove pensava ci fossero solo sabbia e pendii adesso c'è un ecosistema zampillante di vita. Qui, però, c'è anche la presa di coscienza che gli "uomini non daranno amore", ovvero che l'aspettativa di poter integrare il comportamento umano con le logiche della vita della natura sia destinato a fallire perché non c'è veramente la cooperazione di tutti.

Non sappiamo dove ci porteranno questo forzato isolamento e le vicende di questi giorni. Siamo continuamente invasi di notizie, a volte vere a volte false, su cosa accadrà dopo che questo periodo sarà finito. Penso che questo sia per tutti molto stressante. Ho condiviso con voi questa canzone per lasciarvi in mezzo a questo trambusto un'immagine di serenità. Credo non sia sano per la salute mentale della collettività stare sempre lì a pensare tutto il giorno agli scenari tristi e apocalittici che potrebbero verificarsi in qualsiasi momento. Il futuro non lo conosciamo. A volte possiamo solo intravvederlo ma nel frattempo siamo nel presente e ora più che mai è necessario coltivare la pace dentro di noi e sviluppare il più possibile un carattere solido che non si lasci andare allo sconforto e alla disperazione, che trovi la volontà di reagire all'incertezza e un cuore generoso che non si chiuda in sé stesso ma abbia il coraggio di farsi sentire e mostrare la sua vicinanza alle persone che ama, vicine e lontane.

Nel link che ora vi lascio c'è la scena finale della terza stagione di Bojack Horseman. Il famoso attore, dopo aver combinato i soliti casini nella sua vita e in quella di chi gli sta accanto, prende la sua auto e corre lungo la strada solitaria. Mentre si lascia andare alla guida e al piacevole vento sulla faccia, toglie le mani dal volante e rischia di fare un incidente. è proprio in quel momento che alza la testa e vede un branco di cavalli che corre: i suoi simili vanno tutti insieme verso la stessa direzione pur nello sforzo della fatica. Pensava di essere solo e invece scopre che personaggi come lui sono lì,  esistono. è bastato soltanto fermarsi ed alzare lo sguardo di fronte a sé. Ecco la scena:

https://www.youtube.com/watch?v=u3vz2WTUzAM

 

Con questa riflessione vi saluto e vi do appuntamento al prossimo post (che arriverà presto!).

State bene... e state a casa perché in ogni caso non siete soli. Nessuno è mai veramente solo.

Con affetto,

Mada.

È vietata la riproduzione totale, parziale e il riassunto di questi contenuti senza citarne la fonte e senza richiedere la mia autorizzazione. Diritti riservati.

Leggi tutto

Mada Alfinito 08/12/2020

Ben arrivate 50.000 views

 

Ciao lettori!

Questo post è per dirvi che il sito è arrivato a 50.000 visualizzazioni.

L'immagine di copertina che vedete è, come sempre, una screen della directory del mio sito. Quando ho aperto la mia admin ho visto che il sito aveva superato le 50.000 views! In pratica, non ho fatto in tempo a vedere questo magnifico risultato con cifra tonda.

Grazie di cuore per il vostro sostegno, il vostro supporto e tutti i bei feedback che mi date, sopratutto sui social.

Vi chiedo, per favore, di continuare a supportarmi sulle pagine social e di seguirle così che io possa continuare il mio lavoro di divulgazione. Grazie!

Per questo nuovo importantissimo traguardo ho deciso di aprire una canale YouTube. Ve ne parlerò in maniera dettagliata nei prossimi articolo. Ecco il link per il mio canale: Mada Alfinito-Comunicare le Relazioni

Iscriviti al canale e metti un like ai video che ti piacciono così da restare sempre aggiornat* sui contenuti che pubblico.

Nel frattempo, come consueto, vi lascio la classifica dei 5 articoli che vi sono piaciuti di più fino ad oggi (momento in cui scrivo: 8 dicembre 2020, ore 21.00):

1) Il Silenzio è l'Ultima Arma del Potere ha raggiunto 5486 vews;

2) Il Linguaggio Verbale è la Caratteristica che ci Distingue dagli Animali ha raggiunto 3347 views;

3) Quand'è il Momento Giusto per un Nuovo Primo Appuntamento? ha raggiunto 2973 viewe;

4) Chi è il Maker Digitale e Cosa Fa ha raggiunto 2313 views;

5) Infine... al quinto posto tra gli articoli più letti c'è il mio about, ovvero la pagina Chi Sono che ha raggiunto 1469 views. Mi stupisce sempre sapere che molti di voi hanno voluto conoscermi un po' di più tramite le mie info personali sul sito.

Bene lettori, per adesso è tutto.

A presto,

Mada ^_^

Leggi tutto

Mada Alfinito 14/03/2020

Restiamo a Casa

 

Carissimi lettori,

in questo momento di attesa e sacrificio in cui il nostro Paese si trova in modo particolare, non potevo fare a meno di esternarvi la mia vicinanza e solidarietà.

Sono davvero vicina con affetto a tutti e un pensiero particolare va ai miei lettori: siete ormai quasi 30.000. Per me, davvero tanti. E spero che stiate tutti bene, e che chi invece ha dei problemi possa guarire presto e uscirne più forte di prima. Un caloroso sostegno da parte mia va, inoltre, alla Regione Lombardia: la regione più colpita dal Covid-19 ma anche il luogo dove vivo da molti mesi e che mi ha dato tanto da quando mi sono trasferita.

Vi raccomando di essere ubbidienti e di rispettare le procedure di sicurezza per la prevenzione del contagio disposte dal nostro Presidente Conte. è importante in questo momento che collaboriamo tutti per la sicurezza della nostra salute e per evitare ulteriori danni economici.

Detto questo, voglio lasciarvi un link. Ho scritto questo articolo la scorsa estate, nel quale spiegavo quali potessero essere i motivi per cui la gente non riesce a stare da sola quando ci sono dei necessari momenti di pausa dalla proprie attività. Anche se la circostanza per cui siamo (quasi) tutti in pausa è molto diversa da quella che mi portò a scrivere questo articolo, penso che leggerlo possa aiutare molti di noi a vivere con spirito diverso questo tempo di "attesa".

Ecco l'articolo da cliccare (lo trovate nel sito): Dolce Far Nulla?

In questo periodo difficile vorrei fare anche io qualcosa di concreto per voi e per questo ho deciso che durante il mese di marzo 2020 potete contattarmi privatamente per una breve

CONSULENZA GRATUITA.

Come sapete, tra le altre cose, mi occupo di consulenza filosofica e di comunicazione relazionale e aziendale. Potete mettervi in contatto con me privatamente tramite il mio indirizzo e-mail che vi ricordo:

alfinito.ma@gmail.com

Non mancherò, inoltre, di mostrarvi la mia presenza con nuovi articoli o dei brevi post.

State bene... e state a casa <3

Mada ^_^

È vietata la riproduzione totale, parziale e il riassunto di questi contenuti senza citarne la fonte e senza richiedere la mia autorizzazione. Diritti riservati.

 

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...