L'Opportunista

Mada Alfinito 29/05/2022 0

Questo che stai per leggere di seguito non è un articolo ma un post che ho pubblicato sulle mie pagine social e che riporto anche qui, sul sito, per agevolare ai lettori la consultazione del materiale che pubblico.

 

Quando si parla di persone tossiche molti pensano prontamente al “NARCISISTA!!!”

 

In realtà, non occorre essere narcisisti per mettere in atto comportamenti tossici nei riguardi degli altri.

Nei prossimi post identificherò tre tipologie di persone che, pur non avendo una patologia dichiarata, mancano “dell’equipaggiamento emotivo di base” (Argow, 2000) per costruire rapporti sani e appaganti con gli altri.

 

Oggi ti parlerò delle persone opportuniste, cioè quelle che assillano gli altri solo quando hanno bisogno di un favore, e poi spariscono!

 

Lo scopo di questo carosello non è incoraggiarti a far polemica verso chiunque si comporti con te in questo modo, ma fornirti uno strumento utile per imparare a riconoscere chi davvero crede nelle tue capacità ed evitare relazioni incompatibili e dolorose.

 

Se ti va, condividi la tua esperienza!

 

Nel prossimo post ti parlerò della seconda tipologia di persone tossiche!

 

 

 

 

 

È vietata la riproduzione totale, parziale e il riassunto di questi contenuti senza citarne la fonte e senza richiedere la mia autorizzazione. Diritti riservati. 

 

Se questo post ti è piaciuto e lo hai trovato utile, condividilo sui tuoi social preferiti. Per raggiungere obiettivi personali e professionali mediante lo sviluppo di una buona comunicazione e delle tue risorse, per te stesso o per la tua azienda, contattami per una consulenza.

 
Potrebbero interessarti anche...

Mada Alfinito 19/09/2017

Test: sei un dipendente affettivo?

Qui di seguito presento un test autovalutativo molto importante nel diagnosticare in modo autonomo se si soffre di dipendenza affettiva. Ovviamente, questo è solo un test orientativo che si trova facilmente in internet e sui manuali di self-help e che può essere d’aiuto nel momento in cui si inizia ad acquisire la consapevolezza che c’è qualcosa nella propria vita che non sta andando per il verso giusto, soprattutto nella vita di coppia. Alle domande si risponde con ‘’ o ‘no’ e per ogni risposta positiva data, consiglio di prendere nota di alcune delle circostanze della vita in cui si è agito nel modo descritto nell’item contrassegnato dal sì. Più risposte positive verranno date, più alta è la possibilità che soffriate di dipendenza affettiva e a quel punto sarà opportuno coinvolgere uno psicologo o uno psicoterapeuta per esporre eventuali perplessità riguardo la propria situazione personale.

I quesiti sono i seguenti:

1) Hai spesso il desiderio di un incontro romantico o passionale?

2) Vai mai su di giri per fantasie, intrighi e situazioni amorose?

3) Ti senti disperato o inquieto quando sei lontano dal tuo amante o partner sessuale?

4) Credi che una relazione amorosa renderà la tua vita più sopportabile?

5) Sei incapace di smettere di vedere una persona anche se sai che quella persona è per te distruttiva?

6) Hai difficoltà a stare solo?

7) Credi che la tua vita avrebbe poco o nessun significato se non avessi una relazione amorosa?

8) Rimpiazzi una relazione finita immediatamente?

9) Pensi di avere la tendenza ad incappare continuamente in relazioni insane?

10) La tua attenzione alle relazioni amorose aiuta a gestire meglio o a scappare dai problemi della tua vita?

11) Ti ritrovi a flirtare o ad avere atteggiamenti sessuali con qualcuno anche se non è tua intenzione farlo?

12) Ti trovi mai in relazioni in cui non sei capace di lasciare il partner?

13) Solitamente non desideri che qualcuno sappia delle tue attività amorose o sessuali?

14) Hai mai fatto sesso con qualcuno per piacergli o farti amare di più?

15) Fai promesse a te stesso riguardo il tuo comportamento sessuale o amoroso che poi non sei in grado di mantenere?

16) Pensi che un’altra persona possa tenerti su e far andare meglio le cose?

17) Pensi che non ti senti veramente vivo a meno che tu abbia vicino un partner sessuale/amoroso?

18) Hai mai messo a rischio la tua stabilità economica, reputazione o il restare nella tua comunità per perseguire una relazione amorosa?

19) Credi che i problemi nella tua vita affettiva siano dovuti al fatto di rimanere con la persona “sbagliata”?

20) Percepisci spesso una vicinanza immediata e un feeling completo con persone appena conosciute?

21) Hai bisogno di fare sesso o “innamorarti” per sentirti un “vero uomo” o una “vera donna”?

22) Sei incapace di concentrarti su altri campi della tua vita a causa di pensieri amorosi o sensazioni che provi nei riguardi di un’altra persona?

23) Hai mai desiderato di poter fermare o controllare le tue attività sessuali o amorose per un certo periodo di tempo?

24) Senti che la tua vita sia diventata ingestibile a causa del tuo eccessivo bisogno di relazioni?

25) Hai mai pensato che potresti fare molto di più nella tua vita se non fossi spinto a ricercare intensamente attività sessuali o romantiche?

 

Fonte: Foundry Clinical Group, 2010. LOVE ADDICTION SCREENING TEST
Created by Aaron Alan, from Pia Mellody, Patrick Carnes, and SLAA’s “40 Questions for Self Diagnosis”

Leggi tutto

Mada Alfinito 29/05/2022

Persone Tossiche

Questo che stai per leggere di seguito non è un articolo ma un post che ho pubblicato sulle mie pagine social e che riporto anche qui, sul sito, per agevolare ai lettori la consultazione del materiale che pubblico.

 

Consapevolezza, impegno e una comunicazione efficace sono elementi fondamentali per raggiungere i tuoi obiettivi.

 

Eppure, non sempre le cose dipendendo esclusivamente da te. Ogni giorno, sul tuo cammino, incontri delle persone e ognuna di loro è potenzialmente in grado di accompagnarti verso la meta perché ha a cuore il tuo bene, oppure persuaderti ad allontanarti dal tuo benessere perché non desidera la tua felicità. Sto parlando delle PERSONE TOSSICHE.

 

Nel carosello di oggi scoprirai come riconoscerle (ed evitarle!).

 

LA MIA ESPERIENZA:

Io, personalmente, ne ho incontrate tante; e quante volte mi sono indignata di fronte a tali comportamenti? Moltissime. 

 

Poi però ho capito: SIAMO NOI PER PRIMI A DOVER RICONOSCERE IL NOSTRO VALORE, poi gli altri.

 

Impara a selezionare le persone che frequenti, scegli chi è capace di criticarti per dare qualità alla tua vita e non chi lo fa per la soddisfazione di vederti sconfitt*. Dai importanza alle persone per cui tu sei importante.

 

Se ti va, condividi anche tu la tua esperienza!

 

 

 

 

 

 

È vietata la riproduzione totale, parziale e il riassunto di questi contenuti senza citarne la fonte e senza richiedere la mia autorizzazione. Diritti riservati.

 

Se questo post ti è piaciuto e lo hai trovato utile, condividilo sui tuoi social preferiti. Per raggiungere obiettivi personali e professionali mediante lo sviluppo di una buona comunicazione e delle tue risorse, per te stesso o per la tua azienda, contattami per una consulenza.

Leggi tutto

Mada Alfinito 31/10/2017

Test: Sei Co-Dipendente?

Qui di seguito riporto alcuni tratti comportamentali che sono tipici di una donna o di un uomo co-dipendenti. Segnate su di un foglio quali sono i tratti che vi corrispondono. Maggiore è il numero di comportamenti nei quali vi ritrovate, maggiore è la possibilità che siate co-dipendenti. Per avere conferma del vostro disagio, come sempre, vi consiglio di rivolgervi ad un counselor, uno psicologo o uno psicoterapueta che via aiutino professionalmente nella diagnosi e nell'eventuale recupero. Prima di fare il test è opportuno rileggere l'articolo che ho pubblicato precedentemente a questo: "Cos'è la Co-Dipendenza?" Lo trovate nella categoria 'Dipendenza Affettiva e Recupero'.

Iniziate il test:

- Nascondete o occultate i cattivi comportamenti della persona dipendente con cui vi state relazionando;

- Proteggete la persona dipendente con cui vi relazionate dalle conseguenze dei suoi comportamenti;

- Negate l'evidenza (su ciò che gli/le riguarda);

- Trovate alibi, scuse e giustificazioni dei suoi comportamenti davanti agli altri;

- Vi sentite responsabili per i comportamenti della persona dipendente;

- Nei riguardi dei comportamenti della persona dipendente vi mostrate molto critci e moralisti;

- Fate continuamente tentativi per spingere la persona dipendente ad affrontare i suoi problemi;

- Vi sentite superiori nei confronti della persona dipendente con cui avete a che fare;

- Sottovalutate il comportamento del dipendente;

-A causa della persona dipendente con cui vi relazionate, diffidate delle persone estranee alla vostra famiglia (oppure estranee alla vostra relazione, N.d.T.);

- Razionalizzate il comportamento del dipendente;

- Pensate ossessivamente ai problemi del dipendente e ci fantasticate sopra;

- Credete che se la persona dipendente cambiasse, tutti i problemi svanirebbero;

- Minacciate il soggetto dipendente per ottenere che lui/lei vi faccia delle promesse oppure cercate di estorcergliele;

- Attuate delle strategie per controllare l'attività sessuale del dipendente;

- Fate dei tentativi per sorprendere il dipendente in flagrante;

- Utilizzate comportamenti sessuali nei riguardi della persona dipendente con cui vi relazionate per prevenire che lui/lei abbiano comportamenti sessuali con altri;

- Avete sbalzi di umore molto forti dall'alto al basso;

- Avete una lunga lista di risentimenti e malcontento nei confronti della persona dipendente;

- Sentite senso di colpa e depressione;

- Avete perso le vostre amicizie;

- Il senso di orgoglio per la vostra famiglia si è ormai deteriorato;

- Avete fatto dei patti segreti con gli altri membri della famiglia;

- Non vi fidate più gli uni degli altri all'interno del vostro nucleo familiare;

- Avete perso autostima e il rispetto per voi stessi;

- Dubitate sempre più di voi stessi e avete paura;

- Vi sentite unici al mondo nel disagio che provate;

- Trascurate attività spirituali, come la preghiera o la meditazione;

- Fate sogni insoliti;

- Avete cambiato i vostri schemi del sonno e del cibo;

- A causa dello stress procuratovi dalla dipendenza fate incidenti, vi ammalate e vi ferite;

- Perdete tempo al lavoro;

- La vostra abilità al lavoro e la vostra operatività sono diminuite;

- Avete tentato il suicidio oppure avete pensato di farlo;

- Provate a controllare le uscite economiche della famiglia ma non risucite a tenerne il controllo;

- I vostri problemi finanziari sono in aumento;

- Vi fate carico dei doveri e delle responsabilità della persona dipendente con lo scopo di rendere "normale" lo scorrere della vita familiare;

- Vi prodigate eccessivamente al lavoro o in attività da svolgere fuori dalla vostra casa;

- Vi ritrovate a commettere azioni degradanti per voi stessi che abbattono la vostra dignità di persone.

 Per rendere la vostra riflessione ancora più accurata potete scrivere più esempi che potete di situazioni in cui vi siete trovati a agire come nei tratti comportamentali sopra descritti.

Questo test potete trovarlo nel libro "Out of the Shadow: Understanding Sexual Addiction" scritto dal dottor Patrick Carnes. Questo libro ha anche l'edizione italiana con il titolo : 'Fuori dall'Ombra'. Il test che vi ho proposto l'ho tradotto io personalmente dall'inglese all'italiano leggendolo nel libro in lingua originale. Per domande o delucidazioni a riguardo, lasciate un commento.

È vietata la riproduzione totale, parziale e il riassunto di questi contenuti senza citarne la fonte e senza richiedere la mia autorizzazione. Diritti riservati.

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...